Cosa sono le classi antincendio

Share This

Scopriamo insieme cosa sono le cosiddette classi di incendio e come, il conoscerle, possa esserci utile per fronteggiare una tale situazione.

Quando si parla di sicurezza antincendio, se l’obiettivo è quello di riuscire a fronteggiarne uno, non si può prescindere dal conoscere la classificazione degli incendi, ovvero le varie classi antincendio sancite dal CEN (Comitato Europeo di Normazione). La norma internazionale UNI EN 2:2005 stabilisce, infatti, che gli incendi vengano classificati in base al materiale combustibile che ne è alla base.

Queste non solo sono fondamentali per riuscire a sconfiggere una situazione pericolosa come quella di un possibile incendio, ma non sono neanche da confondersi con le classi di rischio (di cui abbiamo già parlato qui), per questo non perdiamo altro tempo e andiamo subito ad elencare tutte le classi antincendio previste dal nostro sistema normativo, per poi andare ad approfondirle ad una ad una. Le classi antincendio sono:

  • classe A: Fuochi da solidi
  • classe B: Fuochi da liquidi
  • classe C: Fuochi da gas
  • classe D: Fuochi da metalli
  • classe F: Fuochi da olii e grassi

A tali classi andrebbe poi aggiunta anche la cosiddetta Ex Classe E, ovvero quella riferita agli incendi che scaturiscono da malfunzionamenti di impianti elettrici.

Ricordiamo, infine, che tale classificazione è solamente di tipo pratico. Serve, infatti, a sapere cosa fare nel caso in cui si verifichi un incendio a partire da uno degli elementi menzionati, come, ad esempio, la scelta del giusto estintore, che cambia a seconda della classe d’incendio. 

Classe antincendio A: Fuochi da solidi

Questi sono gli incendi scaturiti da materiali solidi, di solito di origine organica, come legno, tessuto, carta, pelle, gomma, ecc.

Molte sono le variabili di questo tipo di incendi, ma diciamo che, in generale, un estintore a polvere o schiuma può essere quello che vuole; altrimenti, anche l’acqua può essere un buon alleato in questo caso. 

Classe B: Fuochi da liquidi

I liquidi intesi in questo caso sono quelli ad alta infiammabilità, come la benzina, i solventi o gli idrocarburi per cui, dovendo contenere l’espansione di un simile incendio, è previsto l’uso dell’acqua solo se utilizzata a getto frazionato o nebulizzato, ed è di gran lunga preferibile utilizzare agenti soffocanti, come estintori a schiuma, a polveri chimiche o ad anidride carbonica.  

Classe C: Fuochi da gas

Anche questa classe si riferisce a particolari tipi di gas, come il butano, propano, metano, G.P.L., idrogeno, o acetilene. Se un incendio scoppia a partire da questi tipi di gas, allora è necessario tentare di bloccare la fuoriuscita di gas attraversi l’uso di acqua (sempre a getto frazionato o nebulizzato) e gli estintori a polvere e anidride carbonica, ma spesso può essere necessario attendere l’arrivo dei vigili del fuoco affinché l’incendio venga domato.

Classe D: Fuochi da metalli

Ebbene si, alcuni metalli, quelli leggeri, possono bruciare. Parliamo di metalli come l’alluminio, il potassio, il magnesio, il sodio, il manganese e anche il litio.

Quando si verifica un incendio di questo tipo gli estintori menzionati per le altre classi servono a poco ed è quindi quasi sempre necessario lasciare che se ne occupino direttamente i vigili del fuoco.

Classe F: Fuochi da olii e grassi

Infine, la classe più nuova di tutte, che fa riferimento a quegli olii e grassi sia di origine animale che vegetale che vengono usati nel settore della ristorazione e che viene distinta dalla Classe B solo per una questione di chimica, dal momento che gli altri oli sono di tipo minerale. Quando si verifica questa tipologia di incendio è necessario usare estintori a base di schiuma, oppure prodotti appositamente creati. 

Contattaci subito se hai bisogno di una nostra Consulenza, i nostri tecnici esperti saranno pronti a darti il supporto che necessiti in un appuntamento conoscitivo.

CLICCA QUI

Per la sicurezza della tua famiglia o della tua attività...

Contattaci !

Per richiedere un preventivo gratuito o maggiori informazioni su un prodotto/servizio di tuo interesse

CONTATTACI CONTATTACI SU WHATSAPP

Richiedi informazioni

    MAGAZINE SAET UMBRIA

    Proteggersi con un Antifurto a Fumo: Come Funziona?
    • 29 March 2024

    L'Antifurto a Fumo è progettato per proteggere gli spazi dalle intrusioni. Scopri di più...

    Garantire la Sicurezza Antincendio per i Più Piccoli: Consigli per Genitori e Educatori
    • 14 March 2024

    La sicurezza antincendio è una preoccupazione fondamentale in ogni ambiente, ma diventa ancora più cruciale quando si tratta di proteggere i bambini. Scopri di più!

    Allarme antifurto o inferriate, le principali differenze
    • 28 February 2024

    Quando si parla di sicurezza per la casa sono molte le opzioni che abbiamo a disposizione, una delle domande più gettonate dai neofiti, ad esempio, è se siano più sicure le inferriate o il classico allarme antifurto?

    logo saet umbria perugia antifurto videocontrollo
    CONTATTACI
    Follow Us
    7 SECURITY GROUP SRL
    Indirizzo

    Via Pietro Soriano 32
    06132 Perugia

    Telefono

    +39 075 824 4723

    C.F./P.IVA

    03764020545

    REA

    PG N°312140